Il seguente Piano Triennale dell’Offerta Formativa viene inteso non solo come documento con il quale l’Istituzione scolastica dichiara all’esterno la propria identità, bensì come programma in sé completo e coerente di ispirazione culturale, di strutturazione del curricolo, dell’organizzazione, dell’impostazione metodologica e didattica, dell’utilizzo, della promozione e della valorizzazione delle risorse umane, con cui la scuola intende perseguire tutti gli obiettivi generali, comuni a tutte le scuole del territorio italiano, ma anche specifici, che attengono quindi alle sue peculiarità.

Il coinvolgimento e la fattiva collaborazione di tutte le risorse umane di cui dispone l’Istituto, l’identificazione con esso, la motivazione, il clima relazionale e il benessere organizzativo, la consapevolezza delle scelte operate e delle motivazioni di fondo, la partecipazione di ognuno attiva e costante, la trasparenza non possono darsi solo per effetto delle azioni poste in essere dalla dirigenza, ma chiamano in causa tutti e ciascuno. Si tratta di elementi indispensabili all’implementazione di un piano che superi la dimensione del mero adempimento burocratico e ne faccia reale strumento di lavoro. Un aspetto preminente sia sotto il profilo giuridico che sotto il profilo formativo è, infatti, l’unitarietà del servizio, che va vista come capacità dell’Istituzione scolastica, attraverso l’azione collettiva, di assicurare standard formativi e prestazioni essenziali a tutti gli alunni, sfuggendo ad una gestione individualistica dell’insegnamento e ad un’autoreferenzialità che mal si concilia con le esigenze di trasparenza e di rendicontabilità cui le istituzioni scolastiche autonome sono chiamate.
Nell’esercizio della sua discrezionalità tecnica dunque il Collegio è stato chiamato ad elaborare il Piano per il triennio che decorre dall’anno scolastico 2016/2017.
 

Da questa pagina è possibile scaricare il PTOF aggiornato e i regolamenti allegati.

 

 
Vai all'inizio della pagina